News

Sondrio Teatro, una nuova stagione “affascinante come la vita”

today7 Settembre 2023 241

Background
share close






Coletti Ragosta Fratta
Al primo spettacolo manca poco più di un mese ma l’attesa Stagione teatrale 2023/2024 del Comune di Sondrio si è aperta ufficialmente ieri con la presentazione del cartellone che l’assessore alla Cultura, Educazione e Istruzione *Marcella Fratta* ha voluto condividere con il pubblico al Teatro Sociale.

Un’anteprima che è stata anche una “prima” 

Una prima assoluta destinata a diventare consueta per il gradimento degli abbonati e degli appassionati di teatro presenti. Sul palco sono saliti il direttore artistico *Andrea Ragosta* e l’istrionica *Gianna Coletti*, attrice e cantante, che hanno presentato uno ad uno i dieci titoli in programma avvalendosi dei contributi video proiettati sul grande schermo.

Attori, registi e produttori hanno salutato il pubblico sondriese in vista dell’inizio di una Stagione teatrale che alternerà i classici ai contemporanei, il dramma alla commedia, le nuove e le vecchie produzioni, i protagonisti più talentuosi del nostro palcoscenico e gli interpreti resi famosi dalla televisione. Un programma che riassume diverse sensibilità per incontrare il gusto di un pubblico variegato.

«Dieci opere molto significative sotto varie aspetti – ha sintetizzato l’assessore Fratta in apertura -. È stato un lavoro molto intenso: sin dallo scorso gennaio abbiamo iniziato a predisporre la Stagione teatrale e a prendere accordi con le compagnie. Ci gratifica vedervi qui oggi: abbiamo ritenuto importante incontrare il nostro pubblico prima degli spettacoli perché voi avete un ruolo fondamentale».

Il pubblico è al centro di tutto, come ha sottolineato poco dopo il direttore artistico Ragosta che nei ringraziamenti all’Amministrazione comunale e ai dipendenti ne ha rivolto uno speciale: «A voi che ci sostenete». A introdurre e caratterizzare il cartellone è una frase del drammaturgo americano Arthur Miller, scelta dall’assessore Fratta a sintetizzare la bellezza della vita e dello spettacolo dal vivo: “Il teatro è così infinitamente affascinante perché è così casuale. È come la vita”.

Dieci date

Uno di seguito all’altro, Ragosta e Coletti hanno presentato gli spettacoli. *”Il malato immaginario – L’ultimo viaggio”*, in scena il 25 ottobre, con il soggetto originale e la regia di Marco Zoppello, che utilizza l’ultima opera scritta da Molière quale pretesto per dare vita a una storia ricca di sorprese.

Un teatro popolare, molto diretto, come lo ha definito Stefano Rota, che interpreta il commediografo francese, intervenuto sullo stesso palco dove nella passata stagione la Compagnia Stivalaccio aveva messo in scena “Arlecchino furioso”.

Una grande storia raccontata come in un film è la premessa che accompagna *”Uno sguardo dal ponte”*, uno dei testi più noti di Arthur Miller, portato al cinema nel 1962 da Sidney Lumet, con Raf Vallone protagonista. La regia è di Massimo Popolizio, acclamato attore di cinema e di teatro: è in calendario per il 16 novembre.

Maddalena Crippa interpreta *”Il compleanno”* di Harold Pinter, uno dei più apprezzati drammaturghi inglesi, premio Nobel per la letteratura nel 2005. Questa commedia che evolve in situazioni esilaranti sarà rappresentata a Sondrio il 29 novembre.

Una lievità che si ritrova nel più noto *”L’anatra all’arancia”*, programmato per l’11 dicembre, interpretato da Emilio Solfrizzi e Carlotta Natoli, che ripropongono a teatro la coppia resa famosa dalla televisione in “Tutti pazzi per amore”. È lo stesso attore napoletano a ricordarlo nel videomessaggio inviato per salutare il pubblico sondriese.

Per Giovanni Scifoni, anch’egli noto ai telespettatori per le sue apparizioni, in particolare in “Doc”, autore e interprete di *”Fra’. San Francesco la superstar del Medioevo”*, il santo patrono d’Italia è una star paragonabile ai Beatles e ai Rolling Stones che in un’epoca priva di mezzi di comunicazione di massa riuniva migliaia di persone. Nel suo videomessaggio lo definisce “un performer straordinario” e dà appuntamento a Sondrio per il 10 gennaio.

Umberto Orsini e Franco Branciaroli, mattatori del teatro italiano, debutteranno a fine novembre, e saranno al Teatro Sociale il 22 gennaio, con la commedia di Neil Simon *”I ragazzi irresistibili”*, desiderosi di mostrarsi in una veste diversa, più frivola, per divertire il pubblico, come ha evidenziato lo stesso Orsini nel videomessaggio.

Il 2 febbraio sarà sotto il segno del giallo, con uno dei classici più rappresentati, *”Trappola per topi”*, della maestra Agatha Christie, pieno di suspense e ironia, con Ettore Bassi quale protagonista e la regia di Giorgio Gallione, presentato con un videomessaggio dal produttore Valerio Santoro.

Il 20 febbraio la Stagione teatrale proseguirà con *”La Maria Brasca”* di Giovanni Testori, resa mirabilmente da Gianna Coletti in un mini monologo, scritto nel 1959 per Franca Valeri per rappresentare la scandalosa vita, per i canoni dell’epoca, di un’operaia ventisettenne innamorata del suo Romeo Camisasca, più giovane di tre anni.

Marina Rocco è la protagonista. *”Assassinio nella cattedrale”*, di Thomas Stearns Eliot, verrà rappresentato il 6 marzo. Nel videomessaggio proiettato ieri durante la presentazione, uno dei protagonisti, Moni Ovadia, lo ha definito “uno straordinario testo drammaturgico e poetico di uno dei più grandi poeti del Novecento”, incentrato sul conflitto tra potere del regno e potere della fede.

La Stagione teatrale si concluderà il 22 marzo con un classico della letteratura americana, *”Piccole donne”*, nella versione musical di Broadway, che quest’anno ha esordito in Italia: travolgente, romantico e struggente come solo il racconto di Louisa May Alcott sa essere.

Gli abbonamenti

Gli abbonati della passata stagione avranno la possibilità di rinnovare il proprio abbonamento presentandosi presso le biglietterie di Mvsa e Cast da sabato 9 settembre a domenica 1° ottobre. Nello stesso periodo, i posti liberi resi disponibili per gli abbonamenti saranno in vendita anche on line, mentre dal 4 ottobre saranno messi in vendita i posti lasciati liberi dai vecchi abbonati che non hanno comprato la nuova tessera. I biglietti per i singoli spettacoli si potranno acquistare a partire dal 18 ottobre.

Spettacoli fuori abbonamento

Ad anticipare, a inframmezzare e a chiudere una lunga stagione di appuntamenti al Teatro Sociale, con mini abbonamenti dedicati, sono stati inseriti l’opera, il “Don Giovanni” di Mozart, il 6 ottobre, la musica rock di “Queen Rhapsody”, il 15 dicembre, “Cose dell’altro mondo”, uno spettacolo per bambini della compagnia sondriese Gente assurda, il 17 dicembre, l’operetta “Cin Ci Là” il 29 febbraio e “Guai a chi ruba” con i Legnanesi il 26 aprile.

Tutte le informazioni relative alla Stagione teatrale 2023/2024 e agli spettacoli aggiuntivi, con le modalità di acquisto di abbonamenti e biglietti singoli, si possono trovare sul sito internet www.visitasondrio.it. Per chiarimenti ci si può rivolgere al Servizio Eventi del Comune di Sondrio: 0342 526266-526255, [email protected].







Written by: Redazione

Rate it

Previous post

Consegna attestati PS Gruppo

News

Polizia, tempo di riconoscimenti: il prefetto di Sondrio consegna una medaglia d’oro al merito di servizio e due croci d’argento per anzianità di servizio

Oggi il Prefetto di Sondrio Roberto Bolognesi, alla presenza del Questore Carlo Ambrogio Enrico Mazza, ha consegnato un decreto di concessione della medaglia d’oro al merito di servizio all’Assistente Capo Coordinatore della Polizia di Stato Giovanni Natale Brioschi in forza al Centro Operativo Sicurezza Informatica Lombardia di Milano Sezione di Sondrio e due decreti di concessione della croce di argento per anzianità di servizio al Sovrintendente della Polizia di Stato Dario […]

today7 Settembre 2023 137