News

PROGETTO SINBIOVAL AGRICOLTURA E ZOOTECNIA BIOLOGICA

today24 Novembre 2022 56

Background
share close






 

Si sono conclusi la settimana scorsa gli incontri tecnici di formazione previsti quale azione all’interno del progetto Interreg Italia-Svizzera denominato SINBIOVAL “Progetto per lo sviluppo sinergico dell’agricoltura biologica in Valtellina e Val Poschiavo” che intende promuovere, consolidare e valorizzare l’agricoltura biologica in Valtellina e Val Poschiavo attraverso un’azione sinergica coerente con la vocazionalità della montagna, la sua tradizione e la necessità di stabilire modelli di produzione e di consumo sostenibili. Tutte le attività previste sono state co-finanziate dall’Unione Europea, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, dallo stato Italiano, dalla Confederazione Elvetica e dai Cantoni nell’ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

 

Gli incontri formativi si sono svolti in sinergia con la Fondazione Fojanini di Sondrio e la Riserva Naturale Regionale Pian di Spagna e Lago di Mezzola che si estende tra le province di Sondrio e Como.

Nella sala convegni della Riserva il percorso di formazione rivolto agli allevatori e ai tecnici del territorio si è inaugurato il 27 ottobre scorso con il Convegno dedicato alla “Zootecnia biologica: strategie gestionali, aspetti strutturali e benessere animale” è si è tenuto dalla Prof.ssa Valentina Ferrante: prof. Associato al Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali all’Università degli Studi di Milano.

Molti i partecipanti che hanno approfondito le molteplici tematiche presentate: il principio del benessere e il principio dell’ecologia. Il significato del principio dell’equità e della precauzione nell’agricoltura biologica e le conseguenze di questi principi per gli animali. Il gruppo di lavoro ha fatto poi sintesi su come l’agricoltura biologica favorisca le risorse rinnovabili restituendo sostanza organica al suolo. Con l’agricoltura biologica inoltre si rispettano i meccanismi naturali e si evita l’impiego di sostanze chimiche di sintesi contribuendo a mantenere gli ecosistemi e riducendo l’inquinamento. Nell’allevamento animale, la produzione è regolata da norme più attente nel rispetto del benessere degli animali e all’utilizzazione di mangimi naturali. Si è parlato a lungo anche della prevenzione e delle patologie che colpiscono gli animali.

 

SINBIOVAL

Il secondo convegno, che ha concluso di fatto la parte formativa rivolta agli operativi, ha affrontato il tema della GESTIONE DELL’AZIENDA BIOLOGICA, rivolto agli agricoltori e ai tecnici del territorio. Venerdì 11 novembre 2022, sempre presso la sede della Riserva Naturale Piano di Spagna e Lago di Mezzola, con il professore Paolo Di Francesco, consulente di Sata Studio Agronomico di Brescia e Presidente dell’Associazione La Buona Terra si è parlato di approccio alla agricoltura biologica con riferimento al nuovo Regolamento UE del 2018. Tra i temi: i punti critici della certificazione delle aziende che passano al biologico, gli obbiettivi e i principi, il suolo quale risorsa fondamentale non rinnovabile da tutelare. E il rischio di perdita del suolo. L’importanza dell’agricoltura biologica per la biodiversità e per il contrasto ai cambiamenti climatici.

Ampio dibattito finale per porre l’attenzione sui temi maggiormente sentiti dalle Azienda Agricole presenti.

L’auspicio è di poter riproporre nuove giornate di approfondimento su tematiche vicine ai soggetti economici per riuscire nell’obbiettivo di incrementare la platea degli agricoltori del nostro territorio per faranno la scelta di passare alla agricoltura biologica.

 







Written by: Radio TSN

Rate it