News

Coldiretti Donne Impresa, Baruta nuova responsabile provinciale

today6 Giugno 2023 257 1

Background
share close






coldiretti barura

È apicoltrice e viticoltrice, è apicoltrice e viticoltrice, in particolare, produce un vino, Amarcord, da Souvignier Gris, vitigno resistenti a bacca bianca coltivato ad Albosaggia, la nuova Responsabile Donne Impresa per la provincia di Sondrio. Si tratta di Veronica Baruta (nella foto con la maglietta a righe), classe 1992, residente a Castionetto di Chiuro, eletta oggi nel corso dell’Assemblea deputata al rinnovo cariche del Movimento, che si è tenuta presso la federazione provinciale.

Prende il posto della Responsabile uscente, Lucia Giacomelli, che ha ricevuto un corale ringraziamento dalle imprenditrici di Valtellina e Valchiavenna per il lavoro svolto in questi anni e che affiancherà la nuova responsabile in qualità di vice.

E’ il mio primo incarico, quindi il lavoro di squadra è ancor più di fondamentale importanza – ha dichiarato – abbiamo tanti progetti in mente, che devono essere condivisi. L’imprenditoria femminile va valorizzata e porremo grande attenzione ai bandi dedicati in essere, a quelli futuri e alla loro trasmissione sul territorio, affinchè possano essere conosciuti e utilizzati. E continueremo con grande impegno a svolgere una forte azione divulgativa e didattica nelle scuole e tra i consumatori”.

Il Comitato regionale ha provveduto ad eleggere due vice responsabili: oltre a Lucia Giacomelli, di Grosio, altra vice è Monica Lanfranchi, di Valdidentro. Compongono poi il coordinamento provinciale Loredana Aiola, Cristina Cusini, Amanda Della Moretta, Enza Martinelli, Loretta Pizzini, Maria Rita Staino, Esmeralda Travaini.

Diversi i temi emersi nel corso dell’assemblea, in primis la necessità di continuare a garantire un ruolo da protagonista all’agricoltura valtellinese e chiavennasca, promuovendo il valore dell’imprenditoria femminile e, allo stesso tempo, rinnovare di giorno in giorno la vocazione al dialogo con i consumatori e, soprattutto, con le giovani generazioni: strumenti importanti sono i progetti didattici e i Mercati Agricoli in provincia di Sondrio.

L’agricoltura è sempre più donna

Donna e impresa agricola sono dunque un binomio sempre più inscindibile; la prontezza con cui le donne hanno saputo trasformare ruoli e saperi tradizionali in impresa (come agriturismo, fattorie didattiche, ecc.) costituisce una riserva di fantasia e tenacia che incrocia con eccezionale tempestività la necessaria rigenerazione dell’agricoltura e la risposta che essa deve dare ai nuovi bisogni della società: salute, benessere, ambiente, territorio.

E non sono poche le donne che sono già in quota con le mandrie e che – questione di giorni – sono in procinto di salire: la Stagione d’alpeggio in Valtellina e valchiavenna è iniziata e andrà a completarsi nelle prossime settimane. Un augurio di buona stagione va a tutti gli allevatori, in particolare ai giovani, che in questi giorni sono partiti o sono in partenza per i pascoli montani” arriva dal direttore di Coldiretti Sondrio Giancarlo Virgilio (nella foto tra Lucia Giacomelli e Veronica Baruta) . “Questo antico sistema di gestione della risorsa alpestre – ha dichiarato – oltrechè essere alla base delle produzioni casearie più importanti e identitarie in provincia di Sondrio, offre numerosi vantaggi dal punto di vista economico, sociale, culturale e paesaggistico.

Incognita clima

Le piogge delle ultime settimane hanno consentito di anticipare la salita di qualche giorno, ma le premesse sono quelle di una stagione regolare, pur con l’incognita sempre in agguato del clima: sono purtroppo ancor vivi i ricordi dello scorso anno, quando il sole di un luglio infuocato ha di fatto bruciato l’erba in quota, rendendo difficilissima la stagione degli alpeggiatori.

In Valtellina e Valchiavenna si contano oltre 260 alpeggi, che offrono non solo benefici economici agli agricoltori, ma rappresentano anche importanti presidi ambientali situati in luoghi spesso difficili da raggiungere. Per questo è ancor più importante – rimarca Coldiretti Sondrio – “promuovere la multifunzionalità, la vendita diretta in malga, il collegamento con percorsi cicloturistici e il turismo enogastronomico, sfruttando il potenziale dei prodotti lattiero-caseari, burro e formaggi in primis”.







Written by: Redazione

Rate it

Previous post

Senza categoria

Domenica 25 giugno la Festa del Cammino Mariano delle Alpi

L’evento, originariamente previsto per il 21 maggio ma rinviato causa maltempo, prevede una camminata aperta a tutti da Sondrio a Tresivio e un ricco programma di attività collaterali. Partecipazione gratuita.   L’obiettivo della giornata è quello di far conoscere il tratto da Sondrio a Tresivio, tra i più suggestivi della Via Occidentale del Cammino (che nel suo complesso collega Piantedo a Tirano, per un totale di 92 km lungo 5 tappe) e ovviamente alcuni dei luoghi di culto più significativi della provincia di Sondrio come il maestosoSantuario della Santa Casa di Tresivio, immerso nei caratteristici terrazzamenti vitati, che svetta sullo storico borgo. Valtellina Turismo, […]

today6 Giugno 2023 29