News

Zero termico a 5.300 metri. “Ma nel weekend crollo delle temperature e allerta temporali”

today21 Agosto 2023 105 1

Background
share close






fabiano monti

Docce che non rinfrescano, notti insonni, vestiti appiccicosi: in questi giorni la vita senza aria condizionata rasenta la sopravvivenza. Anche chi è scappato in montagna in cerca di fresco lo può confermare.

Lo quota dello zero termico è salita sino a 5.300 metri.  Valori mai registrati in questo periodo da quando si effettuano le misurazioni, quindi da prima degli anni Cinquanta del secolo scorso” sottolinea Fabiano Monti, nivologo e responsabile del servizio di monitoraggio neve e valanghe di Livigno, dove le temperature sono sì meno infernali che in pianura, ma comunque decisamente inusuali – anche in agosto – a 1816 metri di quota.

Per trovare gradi a una cifra sola bisognerebbe salire addirittura più su del Monte Bianco, la vetta più alta del continente europeo con i suoi 4.810 metri sul livello del mare.

Oltre alla fusione dei ghiacciai a tutte le quote, “ci sono problemi – aggiunge Monti – anche con il permafrost, quell’area di sottosuolo che dovrebbe essere a temperatura inferiore allo zero tutto l’anno. Questo caldo anomalo può aumentare la probabilità di crolli ad alta quota”.

Per assistere a una mitigazione di questa ondata di caldo di origine africano dovremo attendere la seconda parte della settimana.

In arrivo aria più fresca – conferma Monti – che dovrebbe portare nel weekend a temperature addirittura al di sotto della media del periodo e a un aumento della probabilità di temporali e rovesci anche intensi”.







Written by: Redazione

Rate it

Previous post

IMG 20230804 WA0067

News

SABATO 26 AGOSTO ALL’OSPITALE DI PIURO “INSIEME PER L’EMILIA ROMAGNA” L’associazione Soroptimist Club Valchiavenna e la Condotta Slow Food della Mera, con il patrocinio del Comune di Piuro, organizzano una giornata a sostegno delle imprese e della popolazione dell’Emilia Romagna colpite dall’alluvione nei mesi scorsi. 

Il programma dell’evento di sabato 26 agosto prevede la preparazione di due pasti con pasta fresca prodotta da un laboratorio situato in provincia di Forlì e altre specialità a base di ingredienti di presìdi Slow Food e altre aziende romagnole.  L’obiettivo di quest’iniziativa è aiutare alcune piccole imprese dei territori devastati dall’alluvione nel mese di maggio e fare conoscere i loro prodotti alla popolazione della Valchiavenna e ai turisti, in modo da favorirne l’acquisto anche nei […]

today21 Agosto 2023 111