News

Il 30 settembre, a Sondrio, le pere più buone aiutano ABIO

today20 Settembre 2023 78

Background
share close






G.N2023
Dal 1996 i volontari ABIO si occupano di sostenere e accogliere, PRESSO IL REPARTO DI PEDIATRIA
DELL’OSPEDALE DI SONDRIO, bambini e famiglie, al fine di attenuare i fattori di rischio derivanti
dall’ingresso in una struttura ospedaliera, così da poter rendere meno traumatica l’esperienza del
ricovero perché, per i bambini, il ricovero è un momento molto delicato. Vengono allontanati dal loro
ambiente familiare per ritrovarsi in uno, a loro, completamente sconosciuto e perdono i loro punti di
riferimento: come la scuola, gli amici, i propri giochi, la routine quotidiana e devono affrontare
questo nuovo ambiente e “stile di vita”, oltre alla paura per gli accertamenti medici ed eventuali
terapie.
Abio cerca di trasformare questa delicata situazione in un momento di serenità stando vicino ai
bambini, alla loro famiglia attraverso il gioco, l’accoglienza, il sostegno e l’intrattenimento.

Abio Sondrio conta al suo interno 12 volontari effettivi e 4 in tirocinio, i quali prestano il proprio
servizio, in modo gratuito, recandosi in reparto per un turno la settimana di due ore.
I volontari cercano di distrarre e far divertire il bambino per farlo sentire più tranquillo come se fosse
lì solo per giocare, ma non dimenticano che si trova in ospedale per essere curato.
I volontari devono essere preparati per prestare il loro servizio in reparto e, per questo, vengono
organizzati corsi di Formazione per aspiranti volontari, che potranno diventare volontari ABIO solo
dopo aver terminato il percorso di formazione ed aver effettuato un periodo di sessanta ore di
tirocinio in reparto. Durante il corso di formazione, gli aspiranti volontari partecipano ad incontri
dove vengono analizzati vari temi, così che possano essere preparati al rapporto diretto con il
bambino/a, ragazzo/a o genitore affrontando con empatia il loro stato di sofferenza e
contestualmente gestendo le proprie emozioni in questo delicato momento. La formazione dei
volontari non si ferma a fine corso, in quanto, ogni anno vengono organizzati incontri formativi per
tutti i volontari.

Per raggiungere gli obiettivi di ABIO, grazie al sostegno di tanti donatori, sono stati realizzati molti
progetti; ABIO SONDRIO ha rallegrato il reparto di pediatria con colori e disegni perché trasmettono
serenità. Sono state dipinte le pareti di tutto il corridoio con disegni Disney così, quando il bambino
entra in reparto, viene circondato dal mondo delle favole; ha allestito una sala giochi per accogliere
bambini, ragazzi e genitori donando al reparto degli arredi a misura di bambino.
ABIO ha donato poltrone letto e letti a scomparsa per rendere più confortevole la permanenza dei
genitori. Arredi e decori sono stati donati anche per il reparto isolamento; Per la neonatologia sono
stati donati fasciatoi e poltrone letto per le mamme. Arredi, decori e giochi sono stati donati anche
per zone dedicate a pronto soccorso e visite pediatriche.
Abio Sondrio ha realizzato il progetto Operazione a colori, allestendo il reparto di chirurgia
pediatrica realizzando una sala attesa genitori con arredi e decori ed allestendo la zona pediatrica pre
e pos operatoria con arredi, decori e giochi.
Con ABIO SONDRIO è nato il progetto ABIOFASCIA, VINCITORE DEL PREMIO ENRICO SIRONI”.
Negli ultimi anni sono stati donati gli arredi per il reparto di Neuropsichiatria infantile ed è stato
realizzato il progetto “stanza allattamento” dedicata alle neomamme che allattano i loro piccoli,
donando poltrone allattamento e decori a tema.
Inoltre, l’Associazione dona giochi adatti e organizzati per tutti, selezionandoli per fasce d’età dai più
piccoli ai più grandicelli, fino ai ragazzi.
I volontari cercano sempre il modo per rendere il ricovero meno traumatico; quando un bambino o
ragazzo viene ricoverato i volontari lo accolgono con un sorriso cercando di instaurare un rapporto di
amicizia e fiducia per farlo sentire meno a disagio, inoltre consegnano a tutti un “piccolo pensiero di
benvenuto”, “la Borsina dell’accoglienza”; questa borsa contiene del materiale informativo di Abio Sondrio, per spiegare (soprattutto ai genitori ) cos’è Abio; aggiungono un libro e un gioco adatto
all’età del bambino/a ed un libro dal titolo “Che ci faccio in ospedale” con giochi e pagine da colorare
utile per raccontare il ricovero come una favola. Ai ragazzi/e, invece del gioco vengono donati libri e
gadget adatti alla loro età. Inoltre, in ogni borsa viene aggiunto un kit di igiene personale utile per il
periodo di permanenza in reparto.
Durante il periodo di degenza, i volontari Abio stanno accanto ai pazienti giocando con loro perché il
gioco è molto importante, distrae, rilassa e soprattutto fa sorridere. Giochi e attività vengono
proposti anche ai ragazzi più grandi; i volontari si avvicinano ai ragazzi con la consapevolezza che non
sono più bambini ma sono comunque spaventati ed hanno bisogno di distrarsi; quindi, propongono
loro dei giochi di società, oppure rimangono semplicemente con loro a chiacchierare.

Gli obiettivi dell’Associazione:
• ridurre al minimo il potenziale rischio di trauma che ogni ricovero presenta, collaborando con le
diverse figure operanti in ospedale per attuare, ciascuno nel proprio ruolo, una strategia di attiva
promozione del benessere del bambino;
• attivare il servizio ABIO nel maggior numero di reparti pediatrici della città, per far sì che ogni
bambino e ogni famiglia possano contare sul sostegno qualificato dei suoi volontari;
• promuovere interventi ludici e di sostegno, per facilitare una permanenza serena all’interno del
contesto ospedaliero;
• sviluppare tra operatori ed opinione pubblica una crescente attenzione alle indicazioni previste
dalla Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in Ospedale.

L’attività dei volontari ABIO si rivolge sempre al bambino e ai suoi genitori.

Il volontario ABIO è
Per il bambino:

• accoglienza al momento del ricovero, per facilitare l’inserimento in ospedale

• gioco e attività ricreative, per poter sorridere anche in reparto

• collaborazione con il personale sanitario, per far conoscere meglio il mondo dell’ospedale e
renderlo più familiare

• allestimento di reparti più accoglienti e colorati, con fornitura di giocattoli e materiale
ludico/creativo e con realizzazione di decorazioni e arredi

Per le famiglie:

• disponibilità all’ascolto attivo, attento e partecipe

• presenza discreta e familiare

• offerta di informazioni sulle strutture e sui servizi disponibili in ospedale

• offerta di indicazioni su regole e abitudini del reparto

• accudimento e cura del bambino nel caso in cui il genitore debba assentarsi per provvedere ad
eventuali

ABIO SONDRIO aderisce a Fondazione ABIO Italia Onlus, www.abio.org.







Written by: Radio TSN

Rate it

Previous post

bsp

News

BANCA POPOLARE DI SONDRIO COLLOCA CON SUCCESSO UNA NUOVA EMISSIONE SENIOR PREFERRED GREEN DA 500 MILIONI DI EURO DEDICATA AGLI INVESTITORI ISTITUZIONALI

      Sondrio, 19 settembre, 2023 - Banca Popolare di Sondrio ha concluso con successo il collocamento presso investitori istituzionali di un prestito obbligazionario di tipo Senior Preferred Green per un importo benchmark pari a 500 milioni di euro e durata di 5 anni (con opzione di rimborso anticipato a partire dal quarto anno).   L’operazione, effettuata a valere del programma "Euro Medium Term Notes Programme" (EMTN) di cinque […]

today20 Settembre 2023 78 2