News

INDUSTRIA ALIMENTARE: SIGLATO NELLA NOTTE IL RINNOVO DEL CCNL 2023-2027

today1 Marzo 2024 110

Background
share close






4306 886250546147631bc5ed7e34ec5b139d
È stato siglato nella notte il rinnovo del contratto nazionale dell’industria alimentare 2023-2027 tra
Fai- Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil e le associazioni delle imprese del settore.
Dopo quattro giorni di trattative non-stop, è stato raggiunto un accordo sul quale esprimiamo piena
soddisfazione per i risultati conseguiti in linea con gli obiettivi della piattaforma, soprattutto in
materia di salario, welfare e contrasto alla precarietà.
Il nuovo accordo prevede per la parte economica un incremento di 280 euro per un montante
complessivo a parametro 137 che al termine dei 4 anni sarà pari a 10.236 euro. La prima tranche
parte dal 1 dicembre 2023 con un aumento di 75 euro, già nei primi 14 mesi di applicazione
contrattuale lavoratrici e lavoratori andranno a recuperare un importo di 170 euro, il 60%
dell’aumento totale previsto.
Nelle aziende ove non è presente la contrattazione di secondo livello si aggiungeranno altri 15
euro mensili a quelli già previsti, per un importo annuo complessivo di circa 500 euro.
Viene migliorata la dotazione del welfare contrattuale, con un aumento di 4 euro per il fondo
integrativo sanitario Fasa a garanzia di maggiori prestazioni.
Per il fondo di previdenza complementare Alifond il contributo a carico delle aziende arriva a 1,5%
(+0,3%, dal 01.01.2025); viene inoltre rafforzato il fondo a sostegno del congedo di maternità e
paternità.
Importanti i risultati anche sulla riduzione dell’orario di lavoro, che nel settore alimentare non
subiva modifiche, a livello nazionale, da 30 anni: a partire dal 1gennaio 2026 coloro che svolgono
turni di 18 e 21 ore avranno una riduzione di 4 ore a cui si aggiungeranno altre 4 ore l’anno
successivo, mentre dal 1 gennaio 2027 la riduzione di 4 ore si applicherà a tutti i lavoratori e le
lavoratrici. C’è l’impegno inoltre a definire future intese a livello aziendale con le Rsu per ulteriori
riduzioni dell’orario di lavoro in caso di investimenti tecnologici che potrebbero impattare su
produttività e occupazione.
Vengono aggiornati e migliorati gli articoli che disciplinano il governo del mercato del lavoro con
maggiore contrasto alla precarietà attraverso il dimezzamento della percentuale complessiva che
passa dal 50% al 25% dei contratti a termine, in somministrazione e in staff leasing.
Per i congedi parentali, sono aumentate le ore retribuite per l’inserimento al nido e scuola
dell’infanzia e per l’accudimento intra-generazionale per i genitori anziani, nonché per donne
vittima di violenza. In materia di pari opportunità è stato introdotto il paragrafo “Diversità e
inclusione” che demanda sia alla contrattazione nazionale che a quella di secondo livello
l’individuazione di soluzioni e all’Ente bilaterale di settore la promozione di analisi e buone
pratiche. Per rivisitare il sistema classificatorio le parti hanno convenuto di avviare i lavori della
Commissione paritetica tecnica per l’aggiornamento delle declaratorie a partire dal 2024.
Rilevante anche l’implementazione degli strumenti per formazione, apprendistato e sicurezza.
L’accordo raggiunto rappresenta un traguardo importante sia per l’incremento economico che per
le conquiste ottenute sul piano normativo per valorizzare il lavoro stabile e ben qualificato.
A livello provinciale il Contratto Nazionale dell’Industria Alimentare coinvolge oltre 2000 lavoratrici e
lavoratori, impiegati nella trasformazione della carne (salumifici), nell’imbottigliamento delle acque
minerali, nella produzione di dolci pasta e farine, nella lavorazione del pesce ed altri prodotti
alimentari.
Nelle prossime settimane FLAI FAI e UILA procederanno alla consultazione delle lavoratrici e dei
lavoratori convocando le assemblee nelle maggiori realtà industriali provinciali

Sondrio 1° marzo 2024
FLAI CGIL FAI CISL UILA UIL

Immagine: FAI CISL







Written by: Radio TSN

Rate it

Previous post

polizia

News

Furto nel negozio di telefonia a Sondrio, rintracciato il ladro e riconsegnato il cellulare al negoziante

Nella giornata di ieri il personale della Squadra Volante della Questura di Sondrio ha rintracciato l'autore del furto di un telefono cellulare dal negozio di elettronica “Telcenter” a Sondrio avvenuto lo scorso 27 febbraio. I poliziotti, su segnalazione della Polizia Locale, si sono recati in Largo Sindelfingen in prossimità dell’ufficio postale ed hanno identificato un soggetto di 38 anni di nazionalità nigeriana, con precedenti, riconoscendolo come la persona che si […]

today1 Marzo 2024 860 1 2